Close

Aprile 20, 2019

La nuova tecnologia delle etichette sleeve

Esempio stilizzato di come funziona un'etichetta shrink sleeve.

Le etichette shrink-sleeve o termorestringenti rappresentano un nuovo tipo di etichetta, recentemente diventate molto popolari soprattutto nell’industria delle bevande e degli alimenti.

Restringere l’etichetta attorno al prodotto ed adattarla alla sua forma rende possibile sfruttare l’intera superficie del prodotto per motivi di marketing o per procurare ulteriori informazioni. Ciò permette di creare confezioni accattivanti e migliorare la visibilità del prodotto.

Con le etichette restringenti si espande ulteriormente il buisness del packaging, delle confezioni, permettendo di creare design più creativi e particolari. Infatti, per esempio, l’etichetta può essere applicata o sull’intera confezione, o solo su parte di essa, come sul tappo come strato protettivo e anti-manomissione. Inoltre, le etichette permettono di ridurre lo spessore dei contenitori, di eliminare il bisogno di contenitori colorati e dare nuove opportunità promozionali. Possono anche essere utilizzate su qualsiasi tipo di contenitore, che sia di plastica, vetro o metallo.

Complicato processo del design delle etichette sleeve.

Queste etichette speciali non contengono nessuna colla adesiva, ma sono ristrette attorno al prodotto usando del vapore caldo, solitamente intorno a 100°C. Il materiale usato è il PVC (cloruro di polivinile), ed è difficilmente separabile rispetto alla plastica del prodotto. Per questo, le etichette sleeve devono essere rimosse preventivamente, diminuendo notevolmente la facilità di riciclaggio.

Altri svantaggi, sono che il design di queste etichette richiede l’uso software specifici e tecnici in grado di forgiare l’etichetta in modo ottimale, senza lasciare spazio a difetti di layout o grafici. Inoltre, il processo di posizionamento dell’etichetta, a seconda della forma e della grandezza del prodotto, può essere complicato ma richiede, in generale, la necessità di effettuare vari test di prova prestando grande attenzione ai dettagli e alle distorsioni dell’etichetta. Altro fattore da tenere in considerazione è che le etichette termorestringenti sono notevolmente più costose da stampare e da applicare rispetto a semplici etichette autoadesive in bobina. Ovviamente, questi aumenti di costo vengono poi caricati sul prodotto e possono essere percepiti dal cliente, scoraggiando alle volte l’acquisto del prodotto stesso che può risultare più caro rispetto ad altri con etichette tradizionali anche se magari di minor impatto visivo.

In conclusione, sebbene all’occhio le etichette sleeve siano molto accattivanti, presentano alcuni important punti a sfavore che ne hanno limitato l’uso fino ad oggi.

Alcune immagini di prodotti con etichette sleeve:

Scopri come possiamo aiutarti!

Contattaci